Il soppalco - quando optare per una soluzione del genere?

Quante volte ci è capitato di andare a casa di amici e rimanere impressionati dal fatto che abbiano un soppalco? Non stiamo esagerando. Il soppalco è una soluzione non soltanto funzionale, ma anche molto bella.

A volte può essere l’unica soluzione per degli interni piccoli, nei quali manca lo spazio per posizionare una libreria o una stanza da utilizzare come ufficio, ed in altre situazioni può essere un’ottima soluzione per dividere gli spazi.

Per chi?

Se abbiamo a disposizione un salone molto alto, possiamo pensare di realizzare un mezzo piano. Quando non abbiamo bisogno di un intero piano e vogliamo aprire gli spazi in modo che gli inquilini mantegano un contatto tra di loro, allora dividere un interno alto e creare un soppalco è un’ottima idea. Grazie a questo, risparmiamo molto spazio e diversifichiamo l’interno. Sul piano in alto tutto vivrà secondo le sue regole, mentre al piano di sotto secondo le proprie.

Sotto al soppalco possiamo posizionare una libreria, l’ufficio, un’area dedicata allo studio, mentre sopra ci si può organizzare una camera da letto, una piccola palestra, una sala TV. Funzionale e a risparmio, non è vero? Quando vogliamo dividere parte del salone dobbiamo tenere in considerazione l’altezza delle due parti, perché la parte superiore non può dominare su quella inferiore. Vale la pena pensare di evidenziare la parte del soffitto o quella del tetto, una delle soluzioni potrebbe essere quella di far entrare la luce del giorno attraverso le finestre. Visto che abbiamo un interno alto, allora dobbiamo approfittarne.

Lo spazio è diviso in orizzontale e non in verticale, poiché grazie a questo otteniamo delle nuove prospettive visive e funzionali. Questa soluzione sarà apprezzata soprattutto dalle famiglie con dei bambini. Infatti, le camere da letto dei bambini posizionate sul soppalco faciliteranno ai genitori le faccende domestiche, ovvero da una parte potranno tenere d’occhio i bambini e dall’altra fare tutte le mansioni necessarie in casa. Stare al piano di sotto mentre prepariamo il pranzo oppure guardando la televisione possiamo, tranquillamente ed in ogni momento, vedere se i nostri bambini stanno bene. È una cosa che funziona in entrambi i versi: i bambini giocano di sopra, ma sanno di essere al sicuro poiché i genitori si trovano al piano di sotto.

Per i tuttofare

Per creare un soppalco abbiamo bisogno di almeno 1,4 m, sebbene con un’altezza del genere possiamo creare solamente un’area notte. Quando, invece, abbiamo a disposizione un salone alto minimo 4,5 m possiamo scegliere di progettare un soppalco lungo una delle pareti. Ovviamente questa è solamente l’opzione minima: più l’interno è alto, più sarà facile dividerlo. La costruzione dello stesso soppalco deve avere una base solida. Una costruzione con delle tavole o dei pannelli OSB appoggiati su delle travi, a distanza di 70-80 cm, dovrebbero sostenere senza problemi tutta la superficie e i mobili del soppalco. L’entrata al soppalco può essere un certo tipo di decorazione e sottolineare il carattere del design. Se il metraggio lo permette, allora possiamo scegliere le scale. Invece, se questo non è il vostro caso, potete puntare su delle scale a chiocciola oppure su una scala. Potete recintare il soppalco con una balaustra. Potete, ma non dovete farlo per forza. Già la divisione sopra-sotto ci delimita gli spazi, possiamo quasi definerli come area privata e pubblica, soprattutto se decidiamo di arredare il piano sottostante come salone e il piano superiore come camera da letto.

Non è così semplice

La cosa interessante è che a volte anche in degli spazi non troppo grandi, come i monolocali o gli appartamenti, è più facile costruire un soppalco, piuttosto che in una grande villa. Però dobbiamo prendere in considerazione tre inconvenienti: l’illuminazione, il riscaldamento e l’acustica. In un piccolo interno possiamo farcela facilmente. Se scegliamo di posizionare il soppalco sopra il salotto dobbiamo puntare su un’illuminazione principale? Come un lampadario lungo, delle lampade da terra oppure delle lampadine a LED? Una cosa è sicuramente sicura, con degli spazi di grandi dimensioni dobbiamo pensare all’illuminazione già dal momento in cui progettiamo l’arredamento dell’interno stesso. Quando decidiamo di usare il nostro piano rialzato come camera da letto basta posizionare delle lampade da comodino.

Il riscaldamento è un problema per gli spazi grandi, poiché di solito l’aria calda tende ad andare verso l’alto. Dunque, una soluzione per degli spazi aperti ed alti potrebbe essere quella di un impianto di riscaldamento a pavimento. Un soppalco in un monolocale di 40 m2 non avrà bisogno di un riscaldamento speciale.

Conviene controllare anche l’acustica dell’interno. Purtroppo è una questione molto individuale. In degli interni molto alti il suono può diffondersi in modi diversi. L’unico modo per fare in modo che il suono non si disperda così tanto è quello di usare diversi materiali oppure un’attrezzatura che possa assorbire ed indebolire le onde sonore.

Il soppalco in alcuni casi può essere non banale ed intriganti. Mentre in altri può solamente sopraffare gli spazi. Perciò non è una soluzione per tutti gli spazi e per tutte le case. Ciononostante un soppalco progettato in maniera giusta farà in modo che il nostro interno sarà più funzionale.

Data di pubblicazione :

Articoli simili

Vedi più articoli nella categoria Casa

Commenti
×

Carissimo Utente!

Per poter mettere a tua disposizione informazioni e contenuti editoriali sempre migliori, e fornirti servizi di qualità crescente, abbiamo bisogno del consenso per rendere più mirati i contenuti di marketing in base al tuo comportamento. Grazie a tale consenso potremo finanziare lo sviluppo dei nostri servizi. Abbiamo cura della tua privacy. Non estendiamo la gamma delle nostre prerogative. I tuoi dati sono al sicuro con noi, e puoi ritirare il tuo consenso in qualsiasi momento sulla pagina contenente l’informativa sulla privacy.

A partire dal 25 maggio 2018 sarà in vigore il Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27 aprile aprile 2016 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonchè alla libera circolazione di tali dati, e con tale Regolamento (noto anche con la sigla GDPR) sarà abrogata la direttiva 95/46/CE. Vorremmo pertanto aggiornarti sul trattamento dei tuoi dati e sulle regole che ne disciplineranno il trattamento a decorrere dal 25 maggio 2018. Troverai qui di seguito le informazioni principali a proposito.

Chi sarà il gestore dei tuoi dati?

A gestire i tuoi dati saremo noi: Home and Fashion International società a responsabilità limitata con sede in ul. Rogowska 127, 54-440 Wrocław, Polonia (definito d’ora in avanti “Homelook”), le società ad essa collegate e da essa dipendenti, sia tramite persone fisiche sia tramite capitali azionari, tanto direttamente quanto tramite terzi, nonchè i nostri partner di fiducia che non fanno parte di Home and Fashion International ma rientrano tra i partner con cui collaboriamo stabilmente (qui di seguito “Partner di Fiducia”). Il più delle volte questa collaborazione consiste nella personalizzazione delle pubblicità che visualizzi sulle nostre pagine in base ai tuoi bisogni e interessi, e nell’effettuazione di studi di vario genere finalizzati a migliorare i servizi internet e ad adeguarli alle esigenze degli utenti. I dettagli sul gestore sono consultabili nell’informativa sulla privacy.

Di quali dati parliamo?

Si tratta dei dati personali, raccolti mentre fai uso dei nostri servizi, ivi compresi i siti internet, i servizi e le varie funzionalità messe a disposizione da Homelook, e di quelli tracciati dai cookies utilizzati dalle nostre pagine web, da noi e dai nostri Partner di Fiducia.

Perchè vogliamo trattare i tuoi dati?

I dati sono trattati nelle finalità descritte nell’informativa sulla privacy, ad esempio per:

  1. adattare il contenuto delle pagine e il loro argomento, compreso quello dei materiali che vi vengono presentati, ai tuoi interessi;
  2. garantire una maggiore sicurezza dei servizi offerti, e individuare la presenza di eventuali bot, imbrogli o altre irregolarità;
  3. effettuare misurazioni statistiche che ci permettono di perfezionare i nostri servizi, rendendoli quanto più in linea con i tuoi bisogni;
  4. mostrarti messaggi pubblicitari in conformità ai tuoi bisogni e interessi.

A chi possiamo trasmettere i dati?

Ai sensi della normativa vigente possiamo trasmettere i tuoi dati ai soggetti che incarichiamo per il loro trattamento, ad esempio alle agenzie di marketing, ai sub-fornitori dei nostri servizi e ai soggetti autorizzati a ottenere i dati conformemente alla legge in vigore, come i tribunali e gli organi investigativi – naturalmente solo ed esclusivamente qualora facciano richiesta di tali dati fornendo un’idonea base giuridica. Ci teniamo ad aggiungere che nella maggior parte delle nostre pagine web i dati sulla navigazione degli utenti sono raccolti dai nostri Partner di Fiducia.

Quali diritti hai con riferimento ai tuoi dati?

Hai diritto tra le altre cose a richiedere l’accesso ai tuoi dati, la loro modifica, cancellazione, ottenerne la limitazione del trattamento. Puoi altresì ritirare il tuo consenso al trattamento dei dati personali, esprimere la tua contrarietà ed esercitare altri diritti illustrati nel dettaglio nell’informativa sulla privacy. Lì troverai le informazioni sulla modalità con cui intendi fare uso di questi diritti.

Qual è la base giuridica del trattamento dei tuoi dati?

Ogni trattamento dei tuoi dati deve reggersi su una base giuridica che sia idonea e conforme alla normativa di legge vigente. La base giuridica del trattamento dei tuoi dati al fine di prestare i nostri servizi ivi compresa la loro personalizzazione secondo i tuoi interessi, di analizzare e perfezionare tali servizi così come di garantirne la sicurezza è la necessità di adempiere al contratto per la prestazione dei servizi stessi (di solito il contratto è il regolamento o documento affine presente nei servizi di cui fruisci). La base giuridica per le misurazioni statistiche e le attività di marketing effettuate dai gestori è il cosiddetto legittimo interesse del gestore. Il trattamento dei tuoi dati per finalità di marketing di soggetti terzi si svolgerà sulla base di un tuo consenso volontario.

Alla luce di quanto suddetto ti chiediamo gentilmente di cliccare su “Vai avanti” o sul simbolo “X” in alto a destra di questa finestra di dialogo , se acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali raccolti durante l’uso dei Servizi di Homelook, ivi comprese le pagine web, i servizi e le altre funzionalità messe a disposizione tanto nella versione “desktop” quanto in quella “mobile”, raccolti tramite cookies direttamente da noi o dai nostri Partner di Fiducia per finalità di marketing (ad esempio per analizzarli così da adattare meglio i messaggi pubblicitari). Il consenso è volontario e puoi ritirarlo in qualsiasi momento cambiando le impostazioni nell’informativa sulla privacy.