Come decorare un tavolino da salotto – 6 idee

Il “tea time” o “afternoon tea” sono dei termini per descrivere la pausa per un leggero pasto che in Gran Bretagna si consuma tra le 15:00 e le 17:00. La meranda tipica britannica è composta, di solito da un té e diverse prelibatezze, come dei biscotti, delle torte o dei muffin. Secondo la leggenda, la tradizione è iniziata nel XVIII secolo con la Duchessa di Bedford, Anna Maria Bedford. Prima, solitamente, si servivano due pasti: colazione e cena. Ma la Duchessa ha cambiato la tradizione ed ha introdotto la merenda.

Nel XVIII secolo, come oggi del resto, si consumava di solito la merenda vicino ad un piccolo tavolo. Con il passare del tempo questo tipo di tavolo si è iniziato a denominarlo tavolino da salotto. Gli anni ’50 hanno portato un boom di modelli moderni e di design, progettati non solo in legno, ma anche in vetro, plastica e alluminio. Oggi, all’interno di quasi ogni salone troviamo un tavolino, compagno insostituibile di un divano comodo e spazioso. Se lo si decora in maniera interessante, non sarà solamente un pratico mobiletto, ma anche un fantastico elemento decorativo.

Perché conviene usare dei fiori recisi?

I fiori sono una delle decorazioni più popolari da mettere sui tavolini da salotto. Non c’è niente di strano, le rose, i tulipani o le fresie sono di per sé affascinanti, quindi non hanno bisogno di una incorniciatura sofisticata. La bellezza della natura si difende da sola, ci basterà solo un vaso di stile. In più, dei fiori recisi danno all’interno freschezza e hanno sempre un aspetto elegante. Con il cambiamento delle stagioni si dovrebbero anche cambiare i tipi di fiori da posizionare sul nostro tavolino. Ricorda, conviene sempre usare delle piante di stagione! In primavera puoi utilizzare delle giunchiglie o dei giacinti; in estate delle peonie; in autunno degli astri; in inverno fare delle composizioni di agrifoglio e stelle di Natale. Facendo diverse composizioni ricorda che non siano troppo ricche, perché ai tavolini da salotto piacciono degli accenti fini.

O meglio dei fiori da vaso?

Se vuoi che la tua decorazione floreale duri di più, allora dovresti puntare su dei fiori da vaso. Possono essere dei tipi di fiori più conosciuti, come: le viole, le begonie o dei ciclamini, staranno bene in un interno stilizzato. In un salone in stile scandinavo saranno perfetti dei cactus o dei sempervivum; in uno provenzale, invece, della lavanda o del brugo. Puoi esporre i tuoi fiori in dei vasi eleganti, antichi o, persino, in dei vasi in terracotta. Sotto il vaso conviene posizionare un tappetino in vimini o fatto con un cordino.

Una decorazione servita su un vassoio

Un vassoio di stile è un’ottima decorazione, non è solo di effetto, ma anche molto pratico. Ci puoi posizionare ed esporre le tue composizioni floreali, un portacenere in cristallo o una teiera. Inoltre, il vassoio sarà molto utile durante le visite dei tuoi amici o familiari. Ci potrai servirà con facilità delle tazzine con del té aromatico e dei biscotti. Quest’accessorio può essere fatto in mogano, in rame o metallo.

Un tavolino tra lo splendore delle candele

Dei candelieri eleganti possono essere un altro dettaglio, che si presenterà in tutta la sua bellezza su di un tavolino da salotto. Dei modelli fatti in marmo, daranno all’interno eleganza, invece quelli in acciaio cromato uno splendore glamour. Su questo tipo di tavolino conviene esporre dei candelabri singoli, poiché la superficie potrebbe essere troppo piccola per dei pesanti candelieri a più bracci. Sui candelabri dovrebbero trovarsi delle candele oppure dei tea light. Se invece preferisci un’intelaiatura più sobria puoi utilizzare delle lanterne o dei lampioncini. Il loro luccichio darà all’interno un’atmosfera intima e romantica.

Un unico dettaglio o un completo di ceramica?

Un piatto da portata o dei vassoi staranno molto bene sul tavolino da salotto. Questi tipi di set possono essere solamente una decorazione oppure un accessorio in più, sul quale servire dei dolci fatti in casa o della frutta di stagione. I designer propongono vari disegni e diverse grandezze, perciò potrai perfettamente abbinare il set più adatto al tuo tavolino. Ad alcuni piace esporre dei completi in ceramica, per esempio dei vasi dello stesso stile. È un’ottima idea, ma ad una sola condizione che lo sfondo del mobile sia abbastanza ampio e che una variazione in ceramica di questo tipo non lo sopraffarrà.

Come accostare degli accessori in stili diversi?

Alla fine vi proponiamo degli abbinamenti con vari elementi. Un piatto da portata pieno di frutta, dei candelieri e dei vasi con dei fiori possono creare un insieme armonioso e elegante. Se vuoi avere una coesione stilistica ti conviene puntare su degli accessori fatti dello stesso materiale, per esempio in vetro trasparente. Nonostante questi elementi abbiano una forma differente, li unirà una struttura leggera e fine. Alle persone, alle quali piacciono degli abbinamenti eclettici possono rischiare e unire degli elementi con diverse forme. Tuttavia, devono essere, perlomeno, abbinati coloristicamente all’arredamento dell’interno. Anche se saranno diversi tra loro, si armonizzeranno perfettamente con le tonalità delle pareti e con la tappezzeria del nostro angolo relax.

Una delle merende più famose è avvenuta nella novella di Charles Lutwidge Dodgson, ovvero “Alice nel paese delle meraviglie”. La bambina si è resa protagonista della merenda del Cappellaio Matto e dei suoi amici, che durava... in eterno! Nel paese delle meraviglie il tempo si è fermato alle sei, l’ora in cui si beve il té. Nella vita reale la merenda è un piacere fugace, di conseguenza conviene curare ogni minimo dettaglio. Un mazzo di fiori freschi, delle candele profumate o della porcellana, saranno uno sfondo ideale per dei gustosi dolci fatti in casa.

Data di pubblicazione :

Ultima modifica:

Articoli simili

Vedi più articoli nella categoria Consigli

Commenti