Libreria divisoria: dividere gli ambienti con stile

Perché dividere uno spazio in più aree

Suddividere un ambiente in più aree distinte può essere sia una scelta stilistica che una scelta dettata da necessità. In alcune situazioni, ad esempio quando si dispone di una zona giorno ampia open space, potrebbe essere necessario dividere il soggiorno dall’angolo cottura , ricavare nel salotto un angolo adibito a studio, oppure creare un filtro tra l’ingresso e la zona living. Talvolta si tratta di una vera e propria esigenza: ad esempio, se si vive in un monolocale diventa fondamentale delimitare gli spazi adibiti alla zona giorno da quelli adibiti alla zona notte, che dovrebbero se possibile restare più privati. Insomma, le casistiche possono essere diversificate e numerose, ma le soluzioni per rispondere a questo problema possono essere di facile applicazione e persino scenografiche.
Vediamo le differenti soluzioni e perché, tra queste, la libreria divisoria può essere particolarmente versatile!

Foto di Manuarino Architetti www.homelook.it/profilo/manuarino
Foto di Manuarino Architetti www.homelook.it/profilo/manuarino

Le diverse soluzioni per separare gli ambienti

Per dividere un ambiente in più porzioni ci sono differenti soluzioni: per scegliere quella più adatta è necessario prima di tutto avere chiare le esigenze per cui si decide di operare la suddivisione. Ci sono infatti soluzioni più o meno reversibili: un camino bifacciale o un elemento in cartongesso difficilmente possono essere rimossi in un secondo momento, mentre altre soluzioni possono essere più malleabili e facilmente modificabili nel corso del tempo.

Foto di Falegnameria Grelli Danilo www.homelook.it/profilo/falegnameria-grelli-danilo
Foto di Ula architects www.homelook.it/profilo/ula

Optando ad esempio per la realizzazione di un separè, un paravento, una parete divisoria in legno, una tenda divisoria o di una porta scorrevole non ci si vincola in maniera irreversibile, e cambiare la disposizione degli ambienti in seguito sarà certamente più agevole.

Foto di Acrivolius www.homelook.it/profilo/info-acrivoulis-it
Foto di MOB Architects ìwww.homelook.it/profilo/mob-architects

Ma tra tutti i separatori per ambienti, la risposta migliore alla problematica del "come dividere una stanza in più parti" è la libreria divisoria. La libreria, usata come separatore di ambienti, è senz’altro quella più versatile di altre soluzioni che prevedono elementi fissi come divisori modulari o pareti divisorie, nonché quella con maggiore margine di personalizzazione.

Versatilità delle librerie bifacciali

Le librerie divisorie o bifacciali a soffitto rappresentano, oltre che una fonte di comode mensole, vani a giorno e spazi di stoccaggio una soluzione economica e pratica da mettere in atto per dividere due ambienti, senza necessità di progettazione da parte di esperti e senza essere vincolanti per il futuro. Si tratta infatti di una soluzione estremamente reversibile: potremo sempre optare per utilizzare la libreria in un altro ambiente, a muro, o per eliminarla del tutto senza dover ricorrere a opere di demolizione invasive.

Inoltre, a differenza dei separè e delle porte scorrevoli, la libreria freestanding consente anche di ricavare uno spazio per lo stoccaggio di libri e oggettistica che può rivelarsi estremamente utile. Ad esempio, se si utilizza una libreria divisoria per ricavare una zona studio, è possibile riporvi dei libri. Mentre se la libreria bifacciale è utilizzata per separare soggiorno e angolo cottura, potrebbe ospitare spezie, libri di cucina e altri accessori utili. Pur trattandosi di librerie autoportanti, spesso il loro spessore non è eccessivo, il che le rende perfette per non rubare troppa area utile.

L’importanza della luce e dell’areazione negli open space

Gli open space sono ambienti di grande tendenza, all’interno dei quali è bene mantenere ben definiti i ruoli di ciascuna porzione di spazio. Per suddividere gli ambienti di un open space, dovete avere le idee chiare per capire come procedere per, ad esempio, separare soggiorno e cucina o dividere la zona giorno dall’ingresso. Nel mettere in pratica la divisione degli spazi, è fondamentale lasciare alla luce e all’aria modo di attraversare tutta la stanza, per non creare angoli bui o male areati. Per tal motivo, bisogna identificare la soluzione migliore per risolvere il problema. In tal senso, le librerie divisorie bifacciali garantiscono la separazione degli ambienti, creando uno spazio più appartato ma senza togliere luce né aria allo spazio. Si tratta di un fattore estremamente importante, specialmente se le fonti d’illuminazione e areazione della dimora sono limitate. Consentendo di creare un filtro senza chiudere completamente l’area, le librerie double face garantiscono la salubrità della casa, nel pieno rispetto del vostro benessere.

I vantaggi delle librerie divisorie

Le librerie double face sono complementi d’arredo perfetti per dividere uno spazio in più porzioni anche in virtù del fa ...

Le librerie double face sono complementi d’arredo perfetti per dividere uno spazio in più porzioni anche in virtù del fatto che non necessitano di strutture o appoggi ingombranti per restare verticali.

La libreria, free standing, è autoportante e può essere posizionata anche al centro della stanza. In questo modo, la libreria autoportante può separare qualunque ambiente di casa, rappresentando allo stesso tempo un elemento molto decorativo.

Avete deciso di optare per una libreria free standing? Qui troverete differenti soluzioni!

Data di pubblicazione :

Ultima modifica:

Articoli simili

Vedi più articoli nella categoria Consigli

Commenti
×

Carissimo Utente!

Per poter mettere a tua disposizione informazioni e contenuti editoriali sempre migliori, e fornirti servizi di qualità crescente, abbiamo bisogno del consenso per rendere più mirati i contenuti di marketing in base al tuo comportamento. Grazie a tale consenso potremo finanziare lo sviluppo dei nostri servizi. Abbiamo cura della tua privacy. Non estendiamo la gamma delle nostre prerogative. I tuoi dati sono al sicuro con noi, e puoi ritirare il tuo consenso in qualsiasi momento sulla pagina contenente l’informativa sulla privacy.

A partire dal 25 maggio 2018 sarà in vigore il Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27 aprile aprile 2016 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonchè alla libera circolazione di tali dati, e con tale Regolamento (noto anche con la sigla GDPR) sarà abrogata la direttiva 95/46/CE. Vorremmo pertanto aggiornarti sul trattamento dei tuoi dati e sulle regole che ne disciplineranno il trattamento a decorrere dal 25 maggio 2018. Troverai qui di seguito le informazioni principali a proposito.

Chi sarà il gestore dei tuoi dati?

A gestire i tuoi dati saremo noi: Home and Fashion International società a responsabilità limitata con sede in ul. Rogowska 127, 54-440 Wrocław, Polonia (definito d’ora in avanti “Homelook”), le società ad essa collegate e da essa dipendenti, sia tramite persone fisiche sia tramite capitali azionari, tanto direttamente quanto tramite terzi, nonchè i nostri partner di fiducia che non fanno parte di Home and Fashion International ma rientrano tra i partner con cui collaboriamo stabilmente (qui di seguito “Partner di Fiducia”). Il più delle volte questa collaborazione consiste nella personalizzazione delle pubblicità che visualizzi sulle nostre pagine in base ai tuoi bisogni e interessi, e nell’effettuazione di studi di vario genere finalizzati a migliorare i servizi internet e ad adeguarli alle esigenze degli utenti. I dettagli sul gestore sono consultabili nell’informativa sulla privacy.

Di quali dati parliamo?

Si tratta dei dati personali, raccolti mentre fai uso dei nostri servizi, ivi compresi i siti internet, i servizi e le varie funzionalità messe a disposizione da Homelook, e di quelli tracciati dai cookies utilizzati dalle nostre pagine web, da noi e dai nostri Partner di Fiducia.

Perchè vogliamo trattare i tuoi dati?

I dati sono trattati nelle finalità descritte nell’informativa sulla privacy, ad esempio per:

  1. adattare il contenuto delle pagine e il loro argomento, compreso quello dei materiali che vi vengono presentati, ai tuoi interessi;
  2. garantire una maggiore sicurezza dei servizi offerti, e individuare la presenza di eventuali bot, imbrogli o altre irregolarità;
  3. effettuare misurazioni statistiche che ci permettono di perfezionare i nostri servizi, rendendoli quanto più in linea con i tuoi bisogni;
  4. mostrarti messaggi pubblicitari in conformità ai tuoi bisogni e interessi.

A chi possiamo trasmettere i dati?

Ai sensi della normativa vigente possiamo trasmettere i tuoi dati ai soggetti che incarichiamo per il loro trattamento, ad esempio alle agenzie di marketing, ai sub-fornitori dei nostri servizi e ai soggetti autorizzati a ottenere i dati conformemente alla legge in vigore, come i tribunali e gli organi investigativi – naturalmente solo ed esclusivamente qualora facciano richiesta di tali dati fornendo un’idonea base giuridica. Ci teniamo ad aggiungere che nella maggior parte delle nostre pagine web i dati sulla navigazione degli utenti sono raccolti dai nostri Partner di Fiducia.

Quali diritti hai con riferimento ai tuoi dati?

Hai diritto tra le altre cose a richiedere l’accesso ai tuoi dati, la loro modifica, cancellazione, ottenerne la limitazione del trattamento. Puoi altresì ritirare il tuo consenso al trattamento dei dati personali, esprimere la tua contrarietà ed esercitare altri diritti illustrati nel dettaglio nell’informativa sulla privacy. Lì troverai le informazioni sulla modalità con cui intendi fare uso di questi diritti.

Qual è la base giuridica del trattamento dei tuoi dati?

Ogni trattamento dei tuoi dati deve reggersi su una base giuridica che sia idonea e conforme alla normativa di legge vigente. La base giuridica del trattamento dei tuoi dati al fine di prestare i nostri servizi ivi compresa la loro personalizzazione secondo i tuoi interessi, di analizzare e perfezionare tali servizi così come di garantirne la sicurezza è la necessità di adempiere al contratto per la prestazione dei servizi stessi (di solito il contratto è il regolamento o documento affine presente nei servizi di cui fruisci). La base giuridica per le misurazioni statistiche e le attività di marketing effettuate dai gestori è il cosiddetto legittimo interesse del gestore. Il trattamento dei tuoi dati per finalità di marketing di soggetti terzi si svolgerà sulla base di un tuo consenso volontario.

Alla luce di quanto suddetto ti chiediamo gentilmente di cliccare su “Vai avanti” o sul simbolo “X” in alto a destra di questa finestra di dialogo , se acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali raccolti durante l’uso dei Servizi di Homelook, ivi comprese le pagine web, i servizi e le altre funzionalità messe a disposizione tanto nella versione “desktop” quanto in quella “mobile”, raccolti tramite cookies direttamente da noi o dai nostri Partner di Fiducia per finalità di marketing (ad esempio per analizzarli così da adattare meglio i messaggi pubblicitari). Il consenso è volontario e puoi ritirarlo in qualsiasi momento cambiando le impostazioni nell’informativa sulla privacy.